Maserada sul Piave

Alajmo a giovane chef, no a finti cuochi

"Ai giovani che studiano per diventare chef consiglio di appassionarsi veramente alla materia, di andare in profondità e di non fermarsi ai finti cuochi, cercando di capire il senso che li anima": Massimiliano Alajmo, chef tristellato delle Calandre di Sarmeola di Rubano, non nasconde la sua scarsa simpatia per i cuochi 'televisivi'. "Quando si è giovani ogni esperienza è importante - dice - sicuramente quella di trasferirsi all'estero è una cosa straordinaria, perché si creano delle relazioni e delle connessioni fondamentali".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie