Maserada sul Piave

Cgia Mestre, no a nuova patrimoniale

Dopo la bocciatura della manovra italiana da parte della Commissione europea e il conseguente avvio della procedura di infrazione per debito eccessivo, a Bruxelles comincia ad aleggiare l'ipotesi di chiedere l'applicazione di una nuova patrimoniale. Si tratterebbe di una proposta che il coordinatore dell'ufficio studi della Cgia, Paolo Zabeo, respinge con forza. "Sono già una quindicina le imposte patrimoniali che gli italiani sono costretti a pagare ogni anno - osserva -. Nel 2017, ad esempio, tra l'Imu, la Tasi, l'imposta di bollo, il bollo auto, abbiamo versato al fisco 45,7 miliardi di euro".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie